Parole nel silenzio

immagineQuelle di Beppino Englaro suo custode, che lotta.

Quelle di Giuseppe Genna e Wu Ming 1,  che vorrei saper pronunciare con la stessa forza.

Quelle tragicamente lucide di Natalia Aspesi, Stefano Rodotà, Gustavo Zagrebelski.

Quelle  urgenti degli appelli da firmare, delle posizioni da prendere. Da far prendere. Subito.

Pochi i tempi lugubri come questi. Una breve tregua altrove e tutto lo schifo del ritorno tracima. Nel lunedì del nove febbraio duemilanove il marcio si riversa ininterrotto dalle bocche degli sciacalli, le televisioni e le radio vomitano edizioni straordinarie, l’arroganza violenta delle tonache raggiunge vette mai toccate. La società alla sua più alta espressione del falso.

Dura un attimo appena, tra un reality e una fetta di prosciutto. Perché non ci si accorga dell’abisso. Perché l’Italia tutta resti in coma.

Ma preziose quelle parole ad ascoltarle, che rompono il silenzio. Fanno più lieve l’oscurità, vigile lo sguardo e il corpo agile per il tempo che viene.

2 comments to Parole nel silenzio

  • claudia b.

    Claudio, come sono d’accordo con te.

  • Grazie Claudia, e bentrovata.
    Non so, mi viene ora da pensare a questa vicenda quasi come ad una tragedia di Antigone in senso inverso:

    Ma per me non fu Zeus a proclamare quell’editto, né la Giustizia che dimora tra gli dèi. […] Io seguo le leggi sacre e incrollabili degli dèi, leggi non scritte, di quelle io un giorno dovrò subire il giudizio. […] E non credevo che i tuoi bandi fossero così potenti da sovrastare e sovvertire le leggi morali degli dèi!

    La donna con le spoglie del fratello che si pone contro suo padre diventa qui l’atto di un padre con il corpo della figlia che fa valere diritti inviolabili e costituzionali. La sua eroicità laica contro le leggi non (ancora?) scritte, il moralismo e la furba arroganza di chi vuole raccogliere in bocca il punto di vista di dio e sovrastare l’umanità. L’urgenza di far pesare contro costoro il nostro giudizio di persone.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>